Sottomissione for dummies (lezione per ripetenti)

…è più un rispondere a ciò che siamo…accettare quella nostra natura umana
ecco credo, il senso del sottomettersi, sottomettersi a noi stessi…
la donna dovrebbe sottomettersi al suo essere donna,
e non ci può essere equivoco in questo…l’equivoco nasce quando i due volti della creazione
vogliono confondersi, sostituirsi, annientarsi e non completarsi, sostenersi, sorreggersi, proteggersi.
Il problema nasce quando la “sottomissione” della donna viene scambiata per paura di vivere, per incapacità di affrontare le situazioni, per inadeguatezza, per mancanza di amore.
Quando le ambizioni, dell’uomo o della donna, sovrastano il bene della famiglia, quando la superbia e l’arroganza annientano la dolcezza e l’accoglienza…
Ma non possiamo pensare che questa “sottomissione” possa essere valida per tutte le donne,
è valida solo se accanto ad una donna c’è un uomo che condivide e sa vedere queste scelte…
se c’è un uomo capace di “morire” per lei…morire nel senso di rinunciare un pò a se stesso…
leggendo i libri sembra tutto facile, ironico, allegro…magari è anche così…ma per essere così bisogna essere in due, c’è poco da scrivere se non lo si è…tutto rimanda a quell’essere “due”…diversi e complementari…ma entrambi devono scegliere di andare nella stessa direzione, il loro cuore deve scegliere come se fosse uno…
nonostante le difficoltà del quotidiano, le banalità, le differenze…

il blog di Costanza Miriano

acropoli

di Costanza Miriano   per La Croce – quotidiano

Non pensavo che qualcuno mi si sarebbe filato ancora su questa storia della sottomissione. Insomma l’ho spiegata anche al maiale. Pensavo di essere finalmente fuori moda. Invece per colpa o merito del mio amico Mario mi ritrovo a cercare di spiegare di nuovo cosa ho capito io della parola sottomissione usata da San Paolo, e lo faccio per la volta numero duecentosettantaquattro – includendo i tentativi in inglese e violettese (quella specie di lingua spagnola imparata sentendo le canzoni di Violetta, che mi si è resa necessaria quando la Procura generale spagnola ha aperto un fascicolo nei miei confronti su mandato del ministro della Salute e della Pari opportunità, per l’ipotesi di istigazione alla violenza sulle donne. Non mi riprenderò mai dalle risate fatte pensando al magistrato spagnolo che si è dovuto sorbire i racconti dei vomiti dei miei figli nel…

View original post 691 altre parole

Annunci

2 pensieri su “Sottomissione for dummies (lezione per ripetenti)

  1. vero….. bisogna sottomettere i propri vizi, le proprie tendenze che portano a far male agli altri ed a se stessi….. morire per gli altri e soprattutto per chi si ama…. questo e’ il vero amore…. annullarsi nell’altro\a …… buona serata Lella…. smackkk

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...